dove mi trovo?

Il verbo “TO DO”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Dammi un 5!)
Loading...

Do è un verbo irregolare con tre forme: do, did, done.

La terza persona singolare al present simple è does.

I did then what I knew how to do. Now that I know better, I do better. Ho fatto allora quello che sapevo fare, come sapevo farlo. Ora che so come farlo meglio, lo faccio meglio. Maya Angelou

Can you do me favour?
Puoi farmi un favore?

I did my homework yesterday.
Ho fatto i compiti ieri.

Have you done something wrong?
Hai fatto qualcosa di sbagliato?

She always does her best.
Fa sempre del suo meglio.

Quando si usa il verbo “to do“?

Do può essere usato come verbo principale, come verbo ausiliare o come verbo sostitutivo.

Do come verbo principale

Usiamo do per parlare di azioni in generale, quando non specifichiamo di quale azione si tratti:

Are you doing something interesting tomorrow?
Farai qualcosa di interessante domani?

Sorry, there’s nothing I can do to help you.
Mi dispiace, non c’è nulla che possa fare per aiutarti.

Can you do anything for her?
Puoi fare qualcosa per lei?

Usiamo do per parlare di obiettivi raggiunti o azioni completate:

I’ve done the laundry.
Ho fatto il bucato.

I did a lot of work on myself.
Ho lavorato molto su me stesso.

She does 50 push-ups everyday.
Lei fa 50 flessioni tutti i giorni.

Si usa do insieme a sostantivi che indicano lavori e compiti da fare, come homework, job, task, work.

We have a lot of homework to do for tomorrow!
Abbiamo un sacco di compiti da fare per domani!

Please, let me do my job.
Per favore, lasciamo fare il mio lavoro.

Per chiedere a qualcuno qual è la sua professione, si usa do come verbo principale:

What do you do?
Che lavoro fai?

Usiamo do anche per parlare di materie di studio:

A: What did you do at university?
A: Cos’hai studiato all’università?

B: I did Chemistry.
B: Ho fatto Chimica.

Everyone has to do Maths at school.
Tutti devono studiare matematica a scuola.

Si usa do come verbo principale per parlare di attività a cui si prende parte:

I did a trip all around the world a few years ago.
Ho fatto un viaggio intorno al mondo qualche anno fa.

I did a lot of knitting yesterday.
Ho lavorato molto a maglia ieri.

Si usa spesso do nel linguaggio parlato e informale insieme a nomi come copy, design, drawing, painting.

Can you do me a copy of that picture, please?
Puoi farmi una copia di quell’immagine, per favore?

Did you do this painting?
Hai fatto tu questo dipinto?

My son is doing a beautiful drawing.
Mio figlio sta facendo un bel disegno.

Si usa do come verbo principale per parlare di pulire o riordinare:

Let me do the dishes first.
Fammi prima lavare i piatti.

I’m doing my hair because I have a date tonight.
Mi sto sistemando i capelli perché stasera ho un appuntamento.

Si usa do come verbo principale insieme a will o won’t per esprimere quando qualcosa è abbastanza o accettabile

A: How much coffee would you like?
A: Quanto caffè vuoi?B: This small cup will do.
B: Mi basta questa tazzina.
Corsi di Inglese ad Amsterdam

Do significa fare, ma non è l’unico verbo con quel significato: c’è anche make un altro verbo irregolare che spesso si confonde con do all’atto pratico, ma i due verbi vengono spesso usati in situazioni differenti.

Per approfondire leggi la lezione su make or do.

Do come verbo ausiliare

Do è uno dei tre verbi ausiliari presenti nella lingua inglese: be, do, have.

Si usa do per formulare le negazioni (do + not), per formulare domande e per rendere il verbo più enfatico.

Per formulare le negazioni al present simple e al past simple bisogna usare il verbo ausiliare do + not (tranne nel caso del verbo to be – vedi la forma negativa di to be – e in qualche caso di uso come verbo principale di have – vedi la forma negativa di to have).

Questa formula si abbrevia…

Nel linguaggio informale quotidiano si usano le forme abbreviate, mentre le forme per esteso si usano in situazioni più formali:

I don’t want to go to school today.
Oggi non voglio andare a scuola.

She doesn’t understand Maths.
Lei non capisce la matematica.

We didn’t feel like going out, so we stayed home.
Non avevamo voglia di uscire, così siamo rimasti a casa.

Vedi anche:

Per formulare le domande usiamo do, does (present simple), e did (past simple) seguiti dal soggetto e poi dal verbo principale:

Do you like reading?
Ti piace leggere?

Doesn’t he look like an actor?
Non sembra un attore?

Did they finish their work?
Hanno finito il loro lavoro?

Do per dare enfasi

Per dare maggior forza espressiva al verbo principale possiamo usare do, does (present simple) o did (past simple).

Si usa il verbo principale all’infinito senza il to e si dà un accento enfatico a do/does/did durante la pronuncia.

NEUTRALE ENFATICO
I liked your last book.
Mi è piaciuto il tuo ultimo libro.
I did like your last book!
Mi è proprio piaciuto il tuo ultimo libro!
He looks like and actor.
Sembra un attore.
He does look like an actor!
Sembra proprio un attore!
I didn’t like going to school, but I liked having fun with my schoolmates.
Non mi piaceva andare a scuola, ma mi piaceva divertirmi con i miei compagni di classe.
I didn’t like going to school, but I did like having fun with my schoolmates!
Non mi piaceva andare a scuola, ma mi piaceva proprio divertirmi con i miei compagni di classe!

Il do enfatico può essere usato anche come imperativo.

Do stop talking, Paul! I’m tired of hearing you!
Smetti di parlare, Paul! Sono stanco di sentirti!

Vedi anche:

Do nelle Question tags

Usiamo il do ausiliare per formulare le question tags per le frasi che non hanno un verbo modale, un verbo al perfect con have oppure le proposizioni con be.

La tag riporta la stessa persona e lo stesso tempo verbale del soggetto come verbo principale.

Può essere affermativa o negativa a seconda del tipo:

You know Sandra, don’t you?
Conosci Sandra, vero?

He studies Economics, doesn’t he?
Lui studia economia, giusto?

Intelligent people don’t do stupid things, do they?
Le persone intelligenti non fanno cose stupide, no?

You live in Italy, do you?
Vivi in Italia, vero?

They had dinner, did they?
Hanno fatto cena, vero?

Do come verbo ausiliare: errori tipici

Non si usa il verbo ausiliare do per formulare domande o negazioni nelle preposizioni con verbi modali

Will you marry me?
Vuoi sposarmi?

NON: Do you will marry me?

I can’t speak English.
Non so parlare inglese.

NON: I don’t can speak English.

Si usa l’ausiliare do, e non l’ausiliare be, per le domande con i verbi principali al present simple:

Do you live in Boston?
Vivi a Boston?

NON: Are you live in Boston?

Si usa does, e non do, per la terza persona del presente

Does your mother work in that building?
Tua mamma lavora in quell’edificio?

NON: Do your mother work in that building?

Do come verbo sostitutivo

Usiamo spesso do anziché ripetere tutte le parole di una proposizione.

Do può sostituire le parole che non vogliamo ripetere:

A: We have a lot of fun last night!
A: Ci siamo divertiti molto ieri sera!

B: Yes, we did too.
B: Sì, anche noi. (Sì, anche noi ci siamo divertiti molto)

Non si usa do nel caso in cui il verbo da sostituire sia nella forma infinita con il to. In quel caso si omette il verbo, ma si mantiene il to, oppure si usano do so, do it o do that

I usually drink a lot of coffee, but this morning I didn’t felt the need to.
Di solito bevo molto caffè, ma stamattina non ne ho sentito il bisogno.

Qualche volta si aggiunge so, it o that dopo il sostituto do.

He announced he was going to lose 30 pounds and he did so/did it/did that!
Ha annunciato che avrebbe perso 30 libbre e l’ha fatto!

In qualche caso do so, do it e do that possono avere funzioni differenti.

Si usa do so principalmente per parlare di azioni in cui il soggetto e il verbo sono gli stessi già menzionati. Inoltre, è più formale rispetto a do it e do that.

I wanted them to stay and I asked them to do so.
Volevo che rimanessero e gliel’ho chiesto.

Inoltre, do so viene usato quando facciamo riferimento a una serie di azioni o di eventi.

Look, those runners are stretching their muscles before the run. The reason why they do so, is because they want to prevent injuries.
Guarda, quei corridori stanno facendo stretching prima della corsa. La ragione per cui lo fanno è perché vogliono prevenire gli infortuni.

Do it si usa quando facciamo riferimento a un’azione o a un evento con un verbo e un oggetto, in modo particolare nel caso in cui il soggetto sia diverso da quello già menzionato:

They told me not to eat pasta in the evenings if I want to lose weight, but my sister does it all the time and she’s in a perfect shape.
Mi hanno detto di non mangiare la pasta di sera se voglio dimagrire, ma mia sorella lo fa sempre ed è in forma perfetta.

Do that è più enfatico e lo si usa per le azioni intenzionali.

A: Would you eat that beatle if I gave you 500£?
A: Mangeresti quello scarafaggio se ti dessi 500£?

B: No, I would never do that.
B: No, non lo farei mai.

Usiamo spesso do that per obiettare.

A: Would like to go out with me?
A: Vuoi uscire con me?

B: No, I’d prefer not to do that.
B: No, preferirei di no.

Infine, possiamo usare un verbo modale o ausiliare + do per sostituire il verbo principale e tutto ciò che viene dopo:

A: You should eat better.
A: Dovresti mangiare meglio.

B: I should do, but I love sweets and snacks too much.
B: Dovrei, ma mi piacciono troppo i dolci e gli snack.

 

A: Have you been to London before?
A: Sei mai stato a Londra?

B: I could have, but I was afraid of flying.
B: Avrei potuto, ma avevo paura di volare.

Pubblicata con tanto ❤️ il da Jonathan.

VOTA! 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (270 voti, media: 4,04 su 5)
Loading...
Dizionario

Fai doppio click su una parola nella pagina...

Powered by dictionarist.com