365*10 English Words / Ti bastano 10 parole al giorno / per imparare l'inglese cone si deve!

Il corso che ti costringerà 😉 ad imparare il 90% dell'inglese di uso comune in meno di un anno.

  • 10 parole al giorno per 365 giorni!
  • con esempi (i mitici aforismi!), frasi storiche, scene di film...
  • lezioni di approfondimento ed esercizi

Scopri quando iniziare: CLICCA QUI!

È esattamente quello che ti serve.
dove mi trovo?

Sorry to bother you – scusa il disturbo

Sorry to bother you – scusa il disturbo

Prima di fare una richiesta per email o nella vita reale o in un sacco di altre situazione è senz’altro buona educazione inserire uno “scusi”, “scusami”, “scusa il disturbo”:

Sorry to bother you.
Mi dispiace disturbarla.
Scusa se ti disturbo.
Scusa il disturbo.

Ma ecco un dubbio che viene spesso a noi italiani:

Che succede se abbiamo chiamato qualcuno – scoprendo solo in seguito magari che non era necessario – e ci vogliamo scusare per averlo disturbato?

Ovvero: non stiamo disturbando il nostro interlocutore ‘adesso’, abbiamo già commesso l’azione di averlo disturbato… perché dovremmo usare il presente (“sorry to bother you“) e non il passato?

Dovremmo dire forse:

1. Sorry for having bothered you.
2. Sorry to have bothered you.
3. Sorry I bothered you.

Ecco la risposta di un native speaker:

They are all correct, but I’d say ‘Sorry to bother you’.

Ovvero: Sono tutte corrette ma io direi piuttosto ‘Sorry to bother you‘.

Anche in italiano se ci pensi diciamo “scusami il disturbo” non solo prima di aver “disturbato” ma anche dopo, quando la nostra richiesta è stata soddisfatta. Diciamo ad esempio:

“Scusa per il disturbo ti posso chiedere…”

Giuseppa

Un corso molto ben strutturato, tramite il quale ho imparato un sacco di nuove parole che ho fissato meglio grazie ai numerosi esempi riportati nelle varie lezioni. Un metodo di apprendimento che certamente aiuta a migliorare le conoscenze dell’inglese. Complimenti! [LEGGI TUTTO]


365x10

da solo €39 ~ 1 anno di corso, 365 lezioni!

CLICCA QUI!

Ma anche:

“Grazie per la dritta e scusa il disturbo”.

Anche noi quindi usiamo il presente per scusarci di qualcosa che si riferisce al passato (all’aver appena disturbato).

Quindi ricorda: potrai dire…

Sorry for having bothered you.
Scusa per averti disturbato.

Sorry to have bothered you.
Scusa per averti disturbato.

Sorry I bothered you.
Scusami che ti ho disturbato.

E saranno tutte corrette! Ma sembrerai più naturale se semplicemente dirai:

Sorry to bother you.
Scusa il disturbo.

Se invece vorrai proprio riferirti al passato una formula più appropriata sarà:

Sorry for bothering you.*

* Ma occhio che anche questa tecnicamente si traduce con “Scusa il disturbo”, “Scusa se ti disturbo”, etc…

Come direbbe un native speaker:

I would use “sorry to bother you” at the beginning of a conversation and “sorry for bothering you” at the end of a conversation.
Io preferisco usare “sorry to bother you” all’inizio di una conversazione e “sorry for bothering you” alla fine di una conversazione.

E se per caso pensassi che avrai problemi a ricordartelo… prova a pensare a questa immagine qua sotto… 😉

VOTA! 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...
Ti è piaciuta questa Lezione?

Porta il tuo inglese "at the next level"!

PROVA 30′ GRATIS: CONTATTAMI!

VOTA! 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (667 voti, media: 4,20 su 5)
Loading...
365 lezioni a 49 euro! Richiedi subito!
Powered by