365*10 English Words / Ti bastano 10 parole al giorno / per imparare l'inglese cone si deve!

Il corso che ti costringerà 😉 ad imparare il 90% dell'inglese di uso comune in meno di un anno.

  • Accedi ai migliori corsi di FORMAZIONE (online e all'estero)!
  • Cogli le migliori opportunità  di LAVORO e CARRIERA!
  • VIAGGIA e interagisci con persone di tutto il mondo!

Scopri quando iniziare: CLICCA QUI!

È esattamente quello che ti serve.
dove mi trovo?

“It” & “There”: Dummy subject

“It” & “There”: Dummy subject
[tempo di lettura stimato: 5 minuti]
VOTA! 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

In breve: i pronomi “it” e “there” possono venire usati come “dummy subject“, ovvero come “soggetti fittizi“, in frasi dove non c’è un vero e proprio soggetto o dove il soggetto si trova lontano dal verbo nella frase. Tipici esempi di queste frasi sono:

Ma partiamo dall’introduzione:

In inglese ci vuole sempre il soggetto

Le frasi inglesi hanno sempre un soggetto…

His father has just retired. Was a teacher. > He was a teacher.
Suo padre è appena andato in pensione. Era un’insegnante. > Lui era un’insegnante.

I’m waiting for my wife. Is late. > She is late.
Sto aspettando mia moglie. È in ritardo. > Lei è in ritardo.

Look at the time! Is half past two. > It’s half past two.
Guarda l’ora! Sono le 2.30.

Le frasi inglesi hanno sempre un soggetto, a parte quando si usa l’imperativo.

Go away!
Vai via!

Play it again please.
Suonala ancora per favore.

Se non abbiamo un soggetto evidente usiamo “there“o”it“.

Quando usiamo la parole “it” o “there” per iniziare una frase senza avere un soggetto evidente stiamo usando un “dummy subject” (“dummy” è una parola con una varietà di significati – “manichino”, “scemo”, “succhiotto”, “simulacro”… – ma in questo caso ha il significato di “falso“, “fittizio“).

There

Usiamo “there“come dummy subject con parte del verbo “be” seguito da una “noun phrase“:

1) per introdurre un nuovo argomento:

There is a meeting this evening. It will start at seven.
C’è una riunione questa sera. Inizierà alle sette.

There has been an accident. I hope no one is hurt.
C’è stato un incidente. Spero che nessuno sia ferito.

2) con numeri o quantità :

There was a lot of rain last night.
C’è stata molta pioggia la notte scorsa.

There must have been more than five hundred in the audience.
Ci dovevano essere più di cinquecento persone nel pubblico.

3) per dire dove si trova qualcosa:

There used to be a playground at the end of the street.
Una volta c’era un parco giochi alla fine della strada.

There are fairies at the bottom of the garden.
Ci sono delle fate alla fine del giardino.

I wonder if there will be anyone at home.
Mi chiedo se ci sarà qualcuno a casa.

4) con un pronome indefinito o con espressioni di quantità più il to + infinitivo:

There is nothing to do in the village.
Non c’è niente da fare nel villaggio.

There was plenty to read in the apartment.
C’era molto da leggere nell’appartamento.

There was nothing to watch on television.
Non c’era niente da guardare in tv.

Stephanie

Ho iniziato ad imparare l'inglese cercando in ogni sito suggeritomi dalla rete e senza dubbio questo è uno dei migliori corsi che ho seguito fino ad adesso. Specie per chi come me studia da autodidatta senza nessuno che mi possa affiancare e aiutare, lo consiglio perché è ben strutturato e... [LEGGI TUTTO]


365x10

ENTRA NELLA SESSIONE di Maggio 2019

CLICCA QUI!

There is a lot of work to do
C’è molto lavoro da fare

Se vogliamo sottolineare chi o cosa viene influenzato dall’azione del to + infinitivo usiamo for :

There is nothing for the children to do in the village.
Non c’è niente da fare per i bambini nel villaggio.

There was plenty for us to read in the apartment
C’era molto da leggere per noi nell’appartamento

There was nothing for them to watch on television.
Non c’era niente da guardare per loro in tv.

There is a lot of work for you to do.
C’e molto lavoro da fare per te.

5) con un pronome indefinito o espressioni di quantità più un verbo in -ing :

There is someone waiting to see you.
C’è qualcuno che aspetta di vederti.

There were a lot of people shouting and waving.
C’erano molte persone che gridavano e salutavano.

Usiamo il verbo al singolare se la noun phrase è singolare :

There is a meeting this evening. It will start at seven.
C’è una riunione questa sera. Inizierà alle sette.

There was a lot of rain last night.
C’era molta pioggia la notte scorsa.

There is someone waiting to see you.
C’è qualcuno che aspetta di vederti.

Usiamo il verbo al plurale se la noun phrase è plurale:

There are more than twenty people waiting to see you.
Ci sono più di 20 persone che aspettano di vederti.

There were some biscuits in the cupboard.
C’erano alcuni biscotti nella credenza.

There were a lot of people shouting and waving.
C’erano molte persone che gridavano e salutavano.

It

Utilizziamo it per parlare di:

1) tempi e date:

It’s nearly one o’clock.
E’ quasi l’1.00.

It’s my birthday.
E’ il mio compleanno.

2) clima, tempo (atmosferico):

It’s raining.
Sta piovendo.

It’s a lovely day.
E’ una giornata magnifica.

It was getting cold.
Si stava facendo freddo.

3) per dare un’opinione riguardo un luogo:

It’s very cold in here.
Fa molto freddo qui.

It will be nice when we get home.
Sarà bello quando arriveremo a casa.

It’s very comfortable in my new apartment.
Si sta molto comodi nel mio nuovo appartamento.

4) per dare un’opinione

Con “it + aggettivo + to + infinitivo“…

It’s nice to meet you.
Piacere di conoscerti.

It will be great to go on holiday.
Sarà fantastico andare in vacanza.

It was interesting to meet your brother at last.
E’ stato interessante conoscere tuo fratello alla fine.

…oppure con “it + aggettivo + verbo in -ing“:

It’s great living in Spain.
E’ fantastico vivere in Spagna.

It’s awful driving in this heavy traffic.
E’ terribile guidare con questo traffico intenso.

It can be hard looking after young children.
Può essere dura badare a bambini piccoli.

Usare “it” per riferirsi a persone

Usiamo it per parlare di noi stessi:

1) al telefono:

Hello. It’s George.
Pronto. Sono George

2) quando le persone non possono vederci:

[Mary knocks on door] It’s me. It’s Mary.
[Mary bussa alla porta] Sono io. Mary.

Usiamo it per parlare di altre persone:

1) quando le indichiamo per la prima volta:

Look. It’s Sir Paul McCartney.
Guarda. È Sir Paul McCartney.

Who’s that? I think it’s John’s brother.
Chi è quello? Credo sia il fratello di John.

2) quando non possiamo vederle e chiediamo il loro nome:

[phone rings, we pick it up] Hello. Who is it?
[squilla il telefono, rispondiamo] Pronto. Chi parla?

[someone knocks at the door. We say:] Who is it?
[qualcuno bussa alla porta. Diciamo:] Chi è?

Concludiamo con questo simpatico aforisma (che ci aiuterà a ricordare i concetti espressi nella lezione):

I just finally discovered what’s wrong with my brain: on the left side there is nothing right and on the right side, there is nothing left.
Ho appena scoperto finalmente cosa c’è di sbagliato col mio cervello: nella parte sinistra non c’è niente di giusto e nella parte destra non c’è rimasto niente.

Questa frase gioca sui doppi significati di “right” e “left“: “destra” e giusto” per “right” e “sinistra” e “rimasto” per “left” (il significato di “rimasto” deriva dal participio passato “left” del verbo “leave” = “partire”, “andare via”, “lasciare”, “andarsene”… ma anche “rimanere”).

Ti è piaciuta questa Lezione?
Aggiornata con ❤️ il - pubblicata la prima volta il - da Jonathan.

Porta il tuo inglese "at the next level"!

PROVA 30′ GRATIS: CONTATTAMI!

VOTA! 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (616 voti, media: 4,20 su 5)
Loading...