dove mi trovo?

Come Studiare Inglese da autodidatta

VOTA! 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (35 voti, media: 4,06 su 5)
Loading...

Per imparare l’inglese devi studiare e praticare. Non c’è una scorciatoia. Ma per fortuna c’è un modo per ottimizzare i tuoi sforzi e ottenere il meglio dal tuo studio e dalla tua pratica. E in questa pagina ti spiegherò come fare (anche da autodidatta).
Innanzitutto per imparare una nuova lingua devi considerare sempre le 4 competenze linguistiche:

Queste 4 competenze rappresentano spesso le 4 fasi dei test di inglese, per esempio l’IELTS: Reading, Writing, Listening, Speaking.

Ma queste 4 competenze linguistiche rappresentano anche un sistema olistico: lo sviluppo di una competenza rafforza tutte le altre:

Ma è sempre opportuno allenare tutte e 4 le competenze linguistiche assieme, in modo da procedere con uno sviluppo organico di tutta la tua padronanza della lingua.

Oltre alle 4 competenze linguistiche è opportuno inoltre procedere studiando i 4 sistemi di una lingua:

Se procederai studiando e praticando in maniera equilibrata le 4 competenze linguistiche e i 4 sistemi allora otterrai ottimi risultati nel miglior tempo possibile.

Ecco come fare…

Leggere in Inglese

Leggere in inglese non è assolutamente un problema oggi:

  1. Puoi surfare su internet e cercare gli argomenti di tuo interesse (un testo, ma anche una frase, un aforisma, una canzone…) e quando non capisci una parola o una frase puoi vedere se Google Translate o un altro traduttore online ti può dare una mano.
  2. Un altro sistema per migliorare la propria capacità di lettura è quello di usare un ebook reader per leggere libri in inglese: molti di questi ebook reader (per esempio il Kindle) permettono di selezionare una parola e cercarla automaticamente nel dizionario (da scaricare in caso nel proprio ebook reader).
  3. Oppure, se vuoi approfondire le tue capacità di lettura potresti comprarti un graded reader, ovvero un libro con una sintassi ed un vocabolario semplificati; questi libri sono dedicati a chi deve imparare inglese e vengono suddivisi per diversi livelli linguistici; quindi anche uno studente beginner può trovare giovamento da questo piacevole esercizio.

Scrivere in Inglese

La competenza dello scrivere ovviamente è più difficile di quella del leggere e presuppone già un minimo di padronanza della lingua.
Ma per allenarti fin da subito a scrivere in inglese quello che devi fare è… scrivere!
Appena senti di aver imparato un concetto, una parola, un’espressione nuova potresti provare a scrivere una frase e a fare variazioni modificando il soggetto, il complemento ed altri elementi della frase.
Scrivila in un tuo quaderno o se ti senti sicuro nella tua pagina facebook, google+ o in un commento di un blog o un forum (suggerimento: gli aforismi hanno sempre un certo successo sui social).
Ecco una bella dritta per capire se hai formato la tua frase correttamente: cerca su google (meglio se google.com settato per l’inglese) tra virgolette parte della tua frase per vedere se c’è un numero ragionevole di risultati!

Mettiamo che vuoi scrivere “Voglio andare in Italia” ma non sei sicuro se si dica “I want to go to Italy” o “I want go to Italy“. Puoi cercare su google tra virgolette (devi proprio inserire la tua frase tra virgolette “”) e vedrai che la prima frase darà un maggior numero di risultati e quindi sarà presumibilmente quella corretta (e infatti lo è).

Corsi di Inglese ad Amsterdam

Un’altra cosa che puoi fare per allenare la tua scrittura è quella di chattare in inglese. Non ti preoccupare se nelle chat si usa spesso un linguaggio informale o formalmente non corretto: lo scopo dell’esercizio è quello di praticare ed ottenere un miglioramento con la pratica.
Puoi cercare amici madrelingua sui vari social network, magari amici che vogliono imparare l’italiano e con i quali fare scambi linguistici: una volta aiuterai il tuo interlocutore a scrivere in italiano, una volta il tuo interlocutore ti aiuterà a scrivere in inglese.

Ascoltare in inglese: la comprensione orale

La comprensione orale dell’inglese va allenata, non c’è niente da fare. Non solo ascoltare in inglese è più difficile che leggere in inglese, ma la difficoltà nello sviluppo di questa competenza linguistica sta anche nel fatto che c’è una grande varietà di accenti: non solo gli accenti madrelingua sono molto diversi (inglese britannico, inglese americano, australiano, irlandese, scozzese…) ma anche chi parla inglese come seconda lingua avrà un accento diverso a seconda che sia italiano, francese, spagnolo, tedesco, russo, indiano, asiatico… Non trascurare questi accenti solo perché non sono madrelingua: a seconda di come userai l’inglese (per viaggiare, per lavoro, per studio, per fare amicizia) ti potrebbe capitare spesso di parlare con persone di tutto il mondo che parlano inglese come seconda lingua; anche se vai per esempio a Londra o in Australia è molto facile che ti ritroverai in un ambiente multietnico dove ti capiterà di interagire con persone provenienti da tutto il mondo e con diversi livelli di abilità linguistiche e conoscenza dell’inglese.

Ecco alcune cose che puoi fare per migliorare la tua capacità di ascolto e comprensione:

Parlare in inglese

Parlare bene in inglese rappresenta un po’ il punto di arrivo di tutte le competenze linguistiche di cui sopra, anche se non è infrequente il caso in cui una persona sa parlare inglese meglio di quanto non sappia scrivere (ad esempio perché sta facendo un’esperienza all’estero magari lavorando a contatto con la gente). Ad ogni modo per migliorare la propria capacità di conversazione in inglese non bisogna che far altro che allenarsi a parlare.
A volte ci sono anche alcune inibizioni da superare: quando non si sa parlare bene in una nuova lingua ci si vergogna un po’ a parlare e quindi non si parla! Invece per imparare e allenarsi bisogna buttarsi, magari proprio con la consapevolezza che bisogna farlo per migliorare, che è una fase transitoria, che presto si acquisterà una maggiore sicurezza e che tutti (quelli che hanno imparato l’inglese come seconda lingua) sono passati per queste delicate fasi.

Se decidi di fare un’esperienza all’estero o di trasferirti per un periodo in un paese dove si parla inglese non ti mancheranno certo le occasioni per allenarti e praticare.
Se invece non ti puoi permettere (ancora) di fare questo passo ecco cosa potresti fare:

Il Vocabolario

A parte nella fasi iniziali di apprendimento di una lingua nelle quali è sempre utile fare riferimento a liste di vocaboli di base da imparare (es. i colori in inglese, i numeri, i giorni della settimana…) il metodo giusto per ampliare il proprio vocabolario giorno dopo giorno consiste nel segnarsi le parole di cui non si conosce il significato che si incontrano nella propria pratica quotidiana (che sia lettura su internet, visione di un film, ascolto di una conversazione incrociata per le vie di Londra) ed andarle a cercare… nel vocabolario!

Ma si può elaborare meglio questo tecnica per ottenere un risultato ancora migliore:

  1. cercare la “radice” della parola e vedere se ci sono altre parole associate
    se ad esempio incontri la parola “fast” e la vai a cercare sul dizionario, non limitarti a consultare solamente il significato della parola “fast” – che può essere un aggettivo (“veloce”), un sostantivo (“digiuno”) e un verbo intransitivo (“digiunare”) ma cerca anche le parole che condividono con “fast” la propria radice – come “fasten” (“allacciare”), “faster” (“più veloce” come aggettivo ma anche “più velocemente” come avverbio)…
  2. cercare esempi con la parola e vedere come viene usata nei vari contesti
    ad esempio puoi cercare la parola su google, su google news o su un sito dedicato a frasi e aforismi in inglese.
  3. cercare i sinomini e i contrari della parola
    ecco alcuni siti dove cercare sinonimi e contrari:
    http://www.wordreference.com/thesaurus/
    http://thesaurus.com/

La Grammatica

Se per assurdo vorresti provare ad imparare l’inglese – o qualsiasi altra lingua – solo imparando a memoria i vocaboli ci saranno sempre delle espressioni di cui non capirai il significato senza una conoscenza minima della grammatica. Senza contare che quando invece dovrai esprimere tu stesso un concetto senza una buona base grammaticale potresti risultare incomprensibile ai tuoi interlocutori.

La grammatica inglese è un argomento vasto ma per fortuna limitato: prima o poi – se si studia – la si impara!

Studiare la grammatica ad ogni modo ti permetterà di procedere anche con gli altri sistemi e le varie competenze linguistiche, quindi – se vuoi imparare l’inglese come si deve – una cosa che non puoi sbagliare è studiare la grammatica. Inizia pure da qua: https://www.lezionidinglese.net/inglese-base/grammatica-inglese/

La Pronuncia

La pronuncia inglese com’è noto è molto diversa dalla nostra e comprende fonemi che non siamo abituati ad usare. La prima cosa da capire è che variazioni di un suono possono produrre differenze di significato. Ad esempio noi italiani non siamo molto abituati ad usare l’h aspirata. Ma c’è una grande differenza tra “hate” (odiare) e “ate” (mangiare) in inglese!
E a seconda dei contesti e delle frasi una pronuncia imprecisa può portare a diverse incomprensioni.

Infine la scrittura inglese differisce molto dalla pronuncia delle parole che rappresentano.

Per prendere confidenza con la pronuncia inglese puoi iniziare a seguire il nostro Corso di Pronuncia Inglese.

L’Uso Funzionale dell’Inglese

L’uso funzionale di una lingua è semplicemente l’uso che se ne fa in rapporto alle situazioni reali in cui si usa una lingua. Questo uso funzionale va ben oltre la grammatica e la conoscenza dei vocaboli: riguarda ad esempio come ci si saluta, come ci si “comporta”, che formule si usano in determinate situazioni, l’uso di espressioni e modi di dire tipiche di una lingua.

Su Lezionidinglese.net troverai un sacco di pagine e lezioni dedicate all’uso funzionale dell’inglese: vedi ad esempio le sezioni dedicata alle espressioni inglesi,  allo slang e ai verbi frasali!

In Conclusione

Imparare una lingua è come imparare un nuovo stile di vita: come direbbero gli insegnanti madrelingua…

“per imparare l’inglese, devi leggere in inglese, scrivere in inglese, ascoltare l’inglese, parlare in inglese… pensare in inglese e perfino sognare in inglese!”

Chi ha imparato una nuova lingua in maniera intensiva (magari attraverso un corso o un’esperienza all’estero) lo sa: a un certo punto ci ritroviamo a pensare o a elaborare pensieri nella nuova lingua!

Quindi? Cosa puoi fare ora?

Naviga le pagine del sito, leggi le lezioni ma ricorda che ogni volta che trovi una nuova parola o un nuovo concetto devi praticare: se ad esempio trovi una nuova parola, un’espressione o una particolare costruzione grammaticale potresti, per assimilarla una volta e farla diventare “tua”…

Buono Studio con Lezionidinglese.net

Pubblicata con tanto ❤️ il da Jonathan.

VOTA! 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (257 voti, media: 4,03 su 5)
Loading...
Dizionario

Fai doppio click su una parola nella pagina...

Powered by dictionarist.com