Not a problem: il problema con “Non c’è problema”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Dammi un 5!)
Loading...

Molte persone sembrano aver adottato l’espressione “Not a problem” (Non c’è problema) al posto di “You’re welcome” (Prego). Ad esempio, quando si ringrazia qualcuno in una e-mail, per telefono o di persona per averci fatto un favore, la risposta è spesso “Not a problem“.

Corsi di Inglese ad Amsterdam

Anche voi sicuramente avrete letto o sentito “Not a problem” (Non c’è problema) o “No problem” (Nessun problema). Potreste chiedervi qual è il “problema” con questa frase.

Il problema con “Non c’è problema” sono le sue parti negative: “not” e “problem”. Quando si tratta di tono, due negativi non si moltiplicano per creare un positivo. “Not a problem” ha, nella migliore delle ipotesi, un tono neutrale.

Sostituite “Not a problem” con queste frasi in risposta a “Thank you” (Grazie):

You are welcome.
Prego.

You are very welcome.
Prego

My pleasure.
E’ un piacere.

Our pleasure.
E’ un piacere.

It’s a pleasure.
E’ un piacere.

Happy to help.
Lieto di aiutarvi.

I am always happy to help.
Sono sempre felice di aiutarvi.

We are happy to serve you.
Siamo felici di servirvi.

We aim to please.
Aspiriamo ad accontentarvi.

I am glad you like it.
Sono contento che vi piaccia.

Certainly!
Certo!

Sure thing!
Sicuro!

Enjoy!
Buon divertimento!

Thank you!
Grazie!

Thank you for shopping [dining, staying] here.
Grazie per aver fatto acquisti [aver pranzato, soggiornato] qui.

Gli esempi spaziano dal formale (“We are happy to serve you“) al casual (“Enjoy!“) Ciò che hanno in comune è il linguaggio positivo: prego, piacere, contento, per favore, lieto, certo, grazie…

Quelle parole positive creano un sentimento positivo tra chi scrive e chi legge, o tra chi parla e chi ascolta.

Siete pronti a scaldare il tono della vostra comunicazione sostituendo “Not a problem” con una frase positiva? Oppure siete sempre stati positivi?

Liberamente tradotto da: http://www.businesswritingblog.com/business_writing/2012/07/the-problem-with-not-a-problem-.html
Nota: questa e’ una lezione di inglese avanzata: non c’e’ niente di scorretto nell’usare “Not a problem”. Ma riportiamo il parere di questa autrice madrelingua, esperta di comunicazione, come spunto di riflessione e per approfondire lo stile del nostro inglese parlato e scritto.

Corsi di Inglese Amsterdam

Lezioni di Inglese: un sito realizzato da Jonathan Pochini (vedi i Credits) | Privacy Policy
Dizionario
  • english
  • Italian
  • Dizionario Inglese Italiano

Fai doppio click su una parola nella pagina...

Powered by dictionarist.com